News

Dichiarazione di conformità: la nostra guida completa

dichiarazione di conformità

La dichiarazione di conformità è un documento fondamentale per l’immissione sul mercato di macchinari e attrezzature (e non solo), ma spesso mi capita di parlare con i clienti e di capire non è chiaro cosa sia esattamente e a cosa serva.

In questa guida completa, scoprirai tutto ciò che c’è da sapere sulla dichiarazione di conformità, in modo da avere qualche elemento in più per capire la sua grande importanza.

Cos’è la dichiarazione di conformità?

La dichiarazione di conformità è un documento ufficiale che, secondo la Direttiva Macchine 2006/42/CE, deve essere redatto dal fabbricante di un macchinario o dal suo mandatario.

In questo documento si attesta che quel determinato prodotto soddisfa tutti i requisiti essenziali di sicurezza e le normative applicabili nel paese o nell’area geografica in cui verrà immesso sul mercato.

Questo documento è importante perché il fabbricante, prendendosi la responsabilità della macchina che sta mettendo a disposizione dei lavoratori della comunità europea, garantisce la sicurezza e la qualità costruttiva, proteggendo le aziende utilizzatrici dalle possibili conseguenze legali (e anche finanziarie) derivanti da prodotti non conformi.

Per maggiori informazioni sulla direttiva e sul processo di ottenimento della dichiarazione CE, vi consigliamo di leggere questo articolo sulla direttiva macchine 2006 42 CE.

Requisiti e normative di riferimento

I requisiti essenziali di sicurezza che troviamo nell’allegato I della Direttiva Macchine e le norme tecniche cui un macchinario o un’attrezzatura possono attenersi sono identici all’interno dei Paesi della Comunità Europea e sono studiati in maniera da rendere sicuri questi prodotti per le persone, gli animali e le strutture che andranno ad ospitarli.

Naturalmente esistono anche direttive o regolamenti specifici ai fini della protezione ambientale e dei consumatori, anche non specializzati, a valle del processo produttivo (basti pensare alla direttiva RoHS che disciplina le restrizioni all’uso delle sostanze pericolose come il piombo o i prodotti del cromo utilizzabili nei prodotti elettronici).

come redigere la dichiarazione di conformità

Come redigere la dichiarazione CE di conformità?

Elementi essenziali del documento

La dichiarazione CE di conformità, per essere completa, deve contenere gli elementi seguenti (di seguito l’estratto dell’Allegato II alla Direttiva Macchine):

  • ragione sociale e indirizzo completo del fabbricante e, se del caso, del suo mandatario;
  • nome e indirizzo della persona autorizzata a costituire il fascicolo tec­nico, che deve essere stabilita nella Comunità;
  • descrizione e identificazione della macchina, con denominazione gene­rica, funzione, modello, tipo, numero di serie, denominazione commerciale;
  • un’indicazione con la quale si dichiara esplicitamente che la macchina è conforme a tutte le disposizioni pertinenti della presente direttiva e, se del caso, un’indicazione analoga con la quale si dichiara la conformità alle altre direttive comunitarie e/o disposizioni pertinenti alle quali la macchina ottempera. Questi riferimenti devono essere quelli dei testi pubblicati nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea;
  • all’occorrenza, nome, indirizzo e numero di identificazione dell’organi­smo notificato che ha effettuato l’esame CE del tipo di cui all’allegato IX e il numero dell’attestato dell’esame CE del tipo;
  • all’occorrenza, nome, indirizzo e numero di identificazione dell’organi­smo notificato che ha approvato il sistema di garanzia qualità totale di cui all’allegato X;
  • all’occorrenza, riferimento alle norme armonizzate di cui all’articolo 7, paragrafo 2, che sono state applicate;
  • all’occorrenza, riferimento ad altre norme e specifiche tecniche applicate;
  • luogo e data della dichiarazione;
  • identificazione e firma della persona autorizzata a redigere la dichiara­zione a nome del fabbricante o del suo mandatario.

Procedure di valutazione della conformità

Per redigere una dichiarazione di conformità, il fabbricante o il suo mandatario deve innanzitutto verificare che il prodotto soddisfi tutti i requisiti normativi applicabili.

La Direttiva Macchine prevede diverse procedure per la valutazione della conformità, indicate all’articolo 12, paragrafi 2, 3, e 4 della direttiva.

Si distinguono due casi:

la macchina non rientra nell’allegato IV della Direttiva Macchine: se la macchina non è contemplata dall’allegato IV, il fabbricante (o il suo mandatario) possono applicare una procedura di valutazione della conformità che preveda un controllo interno sulla fabbricazione della macchina, i cui parametri sono riportati nell’allegato VIII della direttiva.

 

la macchina rientra nell’allegato IV della Direttiva Macchine (il quale comprende macchine e componenti di sicurezza che possono determinare pericoli particolarmente elevati): in questo caso semplifichiamo un po’ il processo (è più complesso di così, converrebbe parlarne in un articolo dedicato).

Se la macchina rientra nell’allegato IV ed è fabbricata nel rispetto delle norme armonizzate applicabili (ATTENZIONE!!! queste norme devono coprire TUTTI i requisiti di sicurezza e di tutela della salute), il fabbricante o il suo mandatario possono applicare una procedura di controllo interna.

Diversamente occorre l’intervento di un organismo notificato per la certificazione finale della conformità (presente il marchio CE con quei 4 numeri scritti accanto? Ecco, quello è il codice di identificazione dell’Organismo Notificato che ha effettuato le verifiche).

 

Conservazione e distribuzione della dichiarazione di conformità

Conservazione dei documenti

Il fabbricante o il suo mandatario devono conservare una copia della dichiarazione CE di conformità, del fasciolo tecnico e di tutti i documenti che ne fanno parte per un periodo di almeno 10 anni dalla data di commercializzazione del prodotto dell’ultima macchina di quella particolare tipologia.

Distribuzione ai clienti e alle autorità

La dichiarazione CE di conformità deve essere resa disponibile ai clienti e alle autorità competenti su richiesta.

Il cliente deve riceverne una copia in modo da poter certificare ad un organismo di vigilanza la conformità della macchina acquistata, mostrandola insieme al libretto di uso e manutenzione.

Di norma le autorità di controllo richiedono il fascicolo tecnico e la dichiarazione CE di conformità al fabbricante a seguito di incidente, per poterne verificare i contenuti.

 

In conclusione

La dichiarazione CE di conformità è un documento importantissimo, che deve essere conservato accuratamente in azienda in un luogo dove possa essere facilmente trovato e messo a disposizione degli ispettori in fase di controllo.

Se non viene consegnata con la macchina che abbiamo appena comprato occorre richiederla! E se abbiamo 100 macchine uguali non basta tenerne solo una: ogni macchina è accompagnata dalla propria Dichiarazione CE.