domenica, maggio 26, 2019
info@lavoraresmart.it
Uncategorized

Corso barman per aprire un bar: quanto costa e cosa serve

corso barman
LavorareSmart

Corso barman per aprire un bar: quanto costa e cosa serve? Sei un giovane che sta cercando lavoro? Hai appena finito un corso barman e sei alla ricerca di sbocchi professionali remunerativi?

Aprire un bar è il sogno di molte persone. Lavorare in proprio, riuscire a diventare imprenditore senza la necessità di una laurea, non dipendere da nessuno…

Sono tutti apsetti allettanti ma, attenzione, per aprire un bar ed evitare che la vostra impresa si trasformi in un enorme fallimento, serve rispettare alcune regole fondamentali. Vediamole insieme passso passo

Corso barman

Una delle principali regole del mercato vuole che

Per fare soldi, servono soldi

Detto in modo pratico e semplice: se vuoi guadagnare lavorando in un bar non puoi improvvisarti e devi prima iscriverti ad un corso barman qualificato. Un piccolo investimento per assicurarti un futuro lavorativo brillante

Corso barman Roma

Il consiglio è di non fare un corso barman qualsiasi ma di informarvi per bene e scegliere un corso barman che vi dia la giusta preparazione e, soprattuto, le necessarie certificazioni per lavorare fin da subito.

Corso barman Roma: e barlady

Il Corso da Barman e Barlady che si tiene alla FPU Barman Academy, un Ente di Formazione Accreditato dalla Regione Lazio, non è un semplice corso barman base o di 1° livello, ma un corso di formazione professionale completo, certificato e riconosciuto a livello internazionale per lavorare come Bartender dietro al bancone di qualsiasi bar, sia in Italia che all’estero.

Per partecipare al corso non è richiesto alcun requisito e non è necessario essere maggiorenni.
Il Corso da Barman è stato pensato appositamente per chi non ha mai lavorato dietro ad un bancone e non ha nessuna esperienza in questo ambito professionale.

Alla fine del corso riceverai l’Attestato Professionale Certificato, valido 10 punti per la licenza di somministrazione e avrai la possibilità di partecipare a 16 ore di stage in un locale per mettere in pratica le nozioni acquisite durante il corso e per avere un primo approccio con la professione del Bartender e il mondo del Bar.

Corso barman Roma: Moxology & Barchef

Il Corso Mixology & Barchef è indicato a chi ha già frequentato un Corso Barman e desidera specializzarsi in questa professione, il completamento ideale per chi ama questo lavoro e vuole crescere e progredire in maniera professionale in un contesto moderno e stimolante.

Le tendenze in continua evoluzione, l’uso di nuovi prodotti, le tecniche di lavoro derivate da contesti esteri e la ripresa di una miscelazione con un occhio al passato vanno a integrarsi, in maniera armonica, nel nostro Corso Mixology & Barchef.

I cocktail vengono trattati con un approccio molto simile al mondo della cucina (da qui il termine barchef ); la preparazione degli ingredienti, sciroppi, liquori, bitter ecc. (homemade), è la base da cui partire per comprendere appieno il contributo di ogni singolo elemento all’interno di uno schema degustativo, non più “comandato” da ricette.

Corso barman Roma: caffetteria

Il Corso Caffetteria è rivolto a coloro che vogliono intraprendere la professione del barista, ma anche a Barman di professione che desiderano ampliare le proprie conoscenze e competenze sul mondo della caffetteria e sul mondo del caffè.

Durante il Corso Caffetteria apprenderai le tecniche per la corretta preparazione dell’espresso, in tutte le sue forme, dal cappuccino al latte macchiato, dai caffè speciali alle cioccolate calde, un corso pratico al 100%, ideale per iniziare subito a lavorare.

Aprire un bar: quanti soldi servono?

La regola è la stessa di prima: se vuoi aprire un bar e fare soldi, devi avere soldi.

Prima di iniziare la tua avventura, ti consiglio di fare un buon progetto segnando con precisione quali sono i costi che devi sostenere, i finanziamenti che eventualmente devi chiedere: su quanto denaro puoi contare almeno all’inizio, le persone che potranno aiutarti nel tuo lavoro, i costi del commercialista e delle tasse, come intendi pagare i primi fornitori…

Se non hai già un buon budget su cui contare puoi:

  1. Chiedere un prestito da familiari/amici;
  2. Andare in banca con un ottimo Business Plan
  3. Iniziare a lavorare come barman (o con un qualsiasi lavoro che ti permetta di mettere da parte i soldi sufficienti per aprire il tuo bar)
  4. Sperare di vincere alla lotteria

Dopo un corso barman cosa serve per parire un bar?

Hai seguito con successo un corso barman, hai dei soldi da parte e ora vuoi aprire il tuo bar, ma cosa ti serve?

  1. Un locale in regola con i requisiti urbanistici. Devi quindi trovare un bravo geometra che, fatte tutte le dovute verifiche, si occuperà di presentare la SCIA al Comune (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).
  2. L’attestato HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points – Analisi dei Pericoli e dei Punti Critici di Controllo). Cerca nella tua Provincia o Regione, l’ente che organizza questo corso e rilascia il relativo certificato. Se hai seguito un corso barman a Roma, ti consigliamo questo corso HCCP.
  3. Avere i giusti equisiti professionali. Devi quindi possedere almeno uno dei seguenti requisiti:
    1. Hai frequentato un corso commercio alimentare riconosciuto dalla Regione;
    2. Possiedi un titolo di studio settoriale (di solito una qualifica o un diploma dell’Istituto alberghiero);
    3. Negli ultimi cinque anni, hai lavorato per due anni, come dipendente o in proprio, in aziende del settore alimentare;
    4. Sei stato iscritto al registro esercenti il commercio (REC);