giovedì, luglio 19, 2018
info@lavoraresmart.it
Lavoro da Casa

Lavorare da remoto: le app più utili

lavorare da remoto app utili
LavorareSmart

Lavorare da remoto da sicuramente numerosi vantaggi. Anche grazie alla tecnologia disponibile è sempre più facile colmare il gap della distanza. La produttività non è più legata ad un luogo specifico ma diventa universale.

Sono in molti a credere che resti comunque ancora un grosso difetto nel lavoro da remoto legato al  più difficile confronto con collaboratori o clienti. La difficoltà starebbe nell’organizzazione e nella distribuzione dei compiti e delle attività di team.

Ma anche questo divario è ormai stato colmato dalla tecnologia.

Video chiamate e chat aziendali sono e resteranno sempre utili. Ma si può fare di più.

Ci sono infatti tool come Slack  che sono appositamente pensati per gli scambi informativi di business in tempo reale, e facilitare le comunicazioni a distanza rendendole immediate ed anche, perchè no,  divertenti.

Lavorare da remoto, le app più utili

Parlando di applicazioni utili, Trello o Asana sono davvero strumenti indispensabili per il lavoro in team. Molto comodo anche il fatto che sono disponibili anche in versione desktop sincronizzabile tramite Cloud.

Trello

Permette di creare liste con tutte le cose da fare comodamente divise per schede.  Assegnando differenti temi per la stessa attività o bacheche per differenti attività potrai organizzare il tuo lavoro in modo intuitivo e pratico. Avrai anche la possibilità di  assegnare i singoli task alle persone del gruppo, attivare utili  promemoria, creare checklist…

IdoneThis

Ti permette di monitorare costantemente lo sviluppo di progetti di team. Addirittura è in grado di inviare report quotidiani sull’andamento delle attività svolte. I colleghi potranno così rimanere aggiornati e persino congratularsi tra loro per il lavoro svolto.

Any.do

Ti permette di organizzare il tuo lavoro utilizzando dolo la tua voce.  Potrai anche delegare i compiti più semplici ad un’assistente virtuale. Un balzo nel futuro!

Lavorare da remoto:  l’ufficio in mano

Gli strumenti di salvataggio nel Cloud sono davvero diventati indispensabili. Sia che tu lavori in ufficio e voglia portarti il lavoro a caa, sia che tu sia un freelancer che non ha un posto di lavoro fisso. Il funzionamento è molto semplice: basta trascinare il file su cui stiamo lavorando nella cartellina relativa al Cloud prescelto, e ci seguirà ovunque andremo. Se invece hai bisogno di accedere ad un file su un preciso computer, puoi collegarti utilizzando strumenti di controllo da remoto come TeamViewer. Devi apporre una firma su un documento? Sfrutta Docusign.

Lavorare da remoto senza distrazioni

Quando si lavora da casa non è sempre facile riuscire ad isolarsi dal resto della famiglia o lasciarsi tentare dalle mille cose da fare. Ma ci sono siti e applicazioni che possono aiutarci a mantenere alta la concentrazione. 

RescueTime 

Se ne resta tranquillamente in background mentre lavori e tiene traccia del tempo speso nelle diverse attività e sui singoli siti. Alla fine ti restituisce un report dettagliato sulla tua giornata e su come hai impiegato il tuo tempo. Puoi anche indicare i siti che rischiano di distrarti maggiormente e lui penserà a bloccarli.  

CoffeeBreak

Non avendo pause programmate può portare a  concentrarsi così tanto sul proprio lavoro da dimenticarsi di fare una pausa. Può sembrare un bene quando sei oberato di lavoro ma, credimi, non aiuta efficienza e produttività. Molto meglio imparare a staccare un attimo la spina per poi riuscire a riprendere in modo più lucido e senza errori di distrazione.

FocusBooster

Svolge la stessa funzione di CoffeeBreak, ossia ti ricorda quando fare una pausa. Solo che applica la tecnica del pomodoro, una metodologia nota dagli anni ’80 per incrementare la produttività dividendo le attività complesse in task più semplici di massimo 25 minuti di durata, intervallate da 5 minuti di pausa.

 

Lascia un commento